Situazione Servizio di Tesoreria

By 4 Novembre 2022

A fine esercizio 2016 la BCC di Aquara ha comunicato con varie note, tra cui la nota prot. n. 16323 del 02/12/2016, che alla scadenza della convenzione del servizio di cassa sottoscritta dal Dott. Antonio Setaro, giusta D.C. n. 210 del 21/11/2014, fissata al 31/12/2016 non era disponibile ad accettarne il rinnovo.

Il Consorzio, pertanto, con Delibera Commissariale n. 460 del 13/12/2016, successivamente rettificata ed integrata dalla Deliberazione commissariale n. 40 del 10/02/2017, ha approvato l’indizione della gara per l’affidamento del Servizio di Tesoreria – Cassa, l’elenco degli Istituti di credito da invitare, lo schema della lettera di invito, nonché ha nominato la commissione aggiudicatrice. Con nota commissariale prot. n. 1471 del 13/02/2017, a mezzo pec in data 15/02/2017, venivano invitati n. 65 Istituti di Credito (in quanto uno non esistente) ed a mezzo raccomandata A/R venivano invitati n. 4 Istituti di Credito, di cui uno chiuso, a far pervenire l’offerta entro le ore 12:00 del giorno 28/02/2017, ma entro le ore 12:00 del giorno 28/02/2017 non risulta pervenuta alcuna offerta.  Con verbale del 07/03/2017, acquisito al prot. cons. n. 2368 del 07/03/2017, la Commissione in data 07/03/2017, ha preso atto che entro la data prestabilita non è pervenuta alcun’offerta e, pertanto, ha dichiarato la gara deserta (1° esperimento di gara Servizio di Tesoreria). Successivamente, veniva effettuato il 2° esperimento di gara, giusta Deliberazione Commissariale n. 115 del 05/05/2017, ma anche questa volta la gara è andata deserta, come si evince dal verbale del 13/06/2017, acquisito al prot. cons. n.  6198 del 14/06/2017, e dalla Deliberazione Commissariale n. 157 del 19/06/2017. Tale situazione è stata comunicata anche alla BCC Aquara con nota prot. n. 13643 del 09/10/2017.

Nel 2018 sono stati chiusi – a seguito dell’incontro avvenuto in data 05/03/2018 ed a seguito di disposizione commissariale prot. n. 2890 del 07/03/2018 – tutti i conti correnti accesi presso al BCC Aquara, e sono stati restituiti i fondi precedentemente bloccati al netto degli accantonamenti relativi ad atti di pignoramento ancora in essere e del rimborso per spese vive, giusta comunicazione della BCC Aquara del 18/04/2018, pervenuta a mezzo pec ed acquisita al prot. cons. n. 4575 del 19/04/2018.

Infine, veniva effettuato il 3° esperimento di gara, giusta Deliberazione Commissariale n. 160 del 22/06/2018, ma nuovamente la gara è andata deserta, come si evince dal verbale del 24/07/2018, acquisito al prot. cons. n.  9125 del 24/07/2018.

Nell’anno 2019 – con Delibera Commissariale n. 128 del 31/05/2019 – è stato indetto un nuovo esperimento di gara per l’affidamento del Servizio di Tesoreria – Cassa (4° esperimento di gara – anno 2019). Con nota commissariale prot. n. 7879 del 31/05/2019 venivano invitati n. 93 Istituti di Credito a far pervenire l’offerta entro le ore 12:00 del giorno 30/06/2019.  Entro le ore 12:00 del giorno 30/06/2019 non è pervenuta alcuna offerta ed anche questa volta la gara è andata deserta, come si evince dal verbale del 03/07/2019, acquisito al prot. cons. n. 10092 del 03/07/2019, di cui si è preso atto con Deliberazione commissariale n. 148 del 08/07/2019.

Nuovamente nell’anno 2020 – con Delibera Commissariale n. 19 del 22/01/2020 – è stato indetto un nuovo esperimento di gara per l’affidamento del Servizio di Tesoreria – Cassa (5° esperimento di gara – anno 2020). Con nota commissariale prot. n. 1320 del 04/02/2020 sono stati invitati n. 93 Istituti di Credito a far pervenire l’offerta entro le ore 12:00 del giorno 29/02/2020. Entro la data prestabilita non è pervenuta alcun’offerta e la Commissione ha dichiarato la gara deserta, come da verbale acquisito al prot. cons. n. 163/int. del 05/03/2020, di cui si è preso atto con Deliberazione n. 94 del 09/03/2020.

Con deliberazioni commissariali n. 257 del 10/09/2020 e n. 12 del 12/01/2021 veniva indetta una procedura di gara pubblica tramite la piattaforma https://myasmecomm.asmecomm.it/ per l’affidamento del Servizio di Tesoreria del Consorzio – periodo dal 01.03.2021 al 28.02.2026 – tesa ad aggiudicare mediante procedura aperta, con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa (art. 95, comma 2, del D.Lgs.n.50/2016).

Tuttavia, anche stavolta, allo spirare del suddetto termine fissato per la presentazione delle offerte, come evincibile sulla piattaforma Asmecom, non è pervenuta alcuna candidatura e pertanto il Responsabile del Procedimento di gara ha redatto e sottoscritto il verbale di gara deserta in data 03/02/2021 (con acquisizione al protocollo consortile n. 57/int. del 03/02/2021), di cui il Commissario consortile, con propria deliberazione n. 39 del 03/02/2021, ha preso atto.

A seguito della suddetta situazione i pagamenti di tutte le spese vengono eseguiti attraverso l’intermediazione di Campania Bonifiche S.r.l., Società in house di Gestione delle Entrate Consortile, partecipata da tre Consorzi di bonifica campani: Consorzio di Bonifica Integrale Comprensorio Sarno, Consorzio di Bonifica delle Paludi di Napoli e Volla e Consorzio Generale di Bonifica del Bacino Inferiore del Volturno.

Inoltre, conseguentemente alla richiesta pervenuta dalla Regione Campania ed ai soli fini dell’introito dei contributi regionali, è stato acceso un conto corrente, giusta Delibera Commissariale 192 del 08/07/2020.

Tuttavia, la Campania Bonifiche S.r.l. ha comunicato, a mezzo mail pec del 04/03/2021, acquisita al prot. cons. n. 2031 del 05/03/2021, la chiusura del conto corrente dedicato a questo Consorzio al 31/03/2021.

Pertanto, il Consorzio ha provveduto all’apertura di un nuovo conto corrente bancario di corrispondenza presso un primario istituto di credito al fine di provvedere all’ordinario funzionamento dell’Ente (Delibera commissariale n. 69 del 08/03/2021).

Procedura di gara per l’affidamento del Servizio di Tesoreria del Consorzio